AIL Brescia

AIL Brescia è una delle 81 sezioni provinciali di AIL, autonome sia da un punto di vista giuridico che amministrativo. AIL è giuridicamente una Associazione di Associazioni. Le Sezioni provinciali sono i Soci dell’AIL Nazionale e compongono l’Assemblea.

Storia di AIL Brescia

La sezione di Brescia nasce il 6 luglio 2001 per volere di un gruppo di persone che, attraverso l’esperienza diretta ed indiretta con leucemie, linfomi e mieloma, ha deciso di dedicare una parte importante della propria vita all’aiuto volontario e gratuito dei malati, bambini e adulti. La sezione è dedicata a tre bambini, Alessandra, Alessio e Alessandro.

Le malattie di cui ci occupiamo

Leucemia

Termine con il quale si indica un insieme di malattie maligne del sangue che originano dalla proliferazione tumorale di una cellula ematopoietica. Le cellule ematopoietiche sono ospitate nel midollo osseo (a sua volta contenuto all’interno di alcuni tipi di ossa) e la loro funzione è quella di produrre le normali cellule del sangue: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Negli individui affetti da leucemia, il midollo osseo perde la capacità di generare cellule normali acquisendo quella patologica di produrre cellule tumorali. Le cellule tumorali, sfuggendo ai fisiologici meccanismi di controllo, tendono ad accumularsi nel midollo stesso e, invadendolo,
ne alterano progressivamente la funzione. Sulla base della rapidità del decorso, si riconoscono leucemie acute o croniche. Sulla base del tipo di cellula ematopoietica coinvolta, si riconoscono leucemie linfoidi o mieloidi. Quindi le principali forme a noi note sono: la leucemia acuta, la leucemia linfatica cronica, la leucemia mieloide acuta e la leucemia mieloide cronica.

Linfomi

Malattie tumorali dei linfociti, si distinguono in due macrocategorie, il linfoma di Hodgkin e i linfomi non Hodgkin.
Il Linfoma di Hodgkin è frequente soprattutto nei pazienti di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Per la terapia chemioterapica è fondamentale una diagnosi sicura, basata sull’esame istologico di una ghiandola linfatica asportata chirurgicamente.
Esistono due tipi di Linfomi non Hodgkin: quelli a basso grado e quelli ad alto grado di malignità. I primi, molto simili alla leucemia linfatica cronica, colpiscono ogni età della vita tranne l’infanzia. Essi vengono seguiti in base alle caratteristiche cliniche e biologiche. Vi sono forme in cui si può osservare il malato senza terapia; altre forme sono da trattare in modo blando ed altre ancora vanno curate in modo intensivo. L’approccio terapeutico molto aggressivo è la regola per i linfomi ad alto grado di malignità, che possono colpire anche i bambini.

Mieloma

Tumore maligno del sangue dovuto ad una proliferazione incontrollata di un singolo clone di plasmacellule (le cellule responsabili della produzione degli anticorpi). Il Mieloma è una malattia dell’adulto, la cui frequenza aumenta con l’aumentare dell’età e la cui mediana di insorgenza è intorno ai 60 anni, generalmente è più colpito il sesso maschile. I progressi terapeutici in questo decennio sono stati notevoli.

  • 2001

    • Nasce AIL Brescia
  • 2003

    • Ha inizio il Progetto Scuola e Solidarietà
  • 2004

    • Inaugurazione Case AIL Arcobaleno
  • 2006

    • Inserimento di una persona addetta all’accoglienza e all’orientamento in Ematologia
    • Arredo completo Centro Trapianti Midollo Osseo adulti
  • 2007

    • Inizia il supporto al reparto di Ematologia tramite borse di studio
    • Nasce il Progetto Itaca
    • Ristrutturazione DH onco-ematologico pediatrico
    • Ha inizio il Servizio di Assistenza Domiciliare Ematologica
    • Inizia il Servizio di Assistenza Psicologica AIL
  • 2008

    • Adozione Cancer Hospital di Colombo, Sri Lanka
  • 2011

    • Inserimento di un’infermiera di ricerca in Ematologia
  • 2013

    • Realizzazione del Centro di Ricerca AIL
      “Laboratori interdipartimentali di biologia cellulare e radio-biologia applicati alla clinica del paziente oncoematologico”
  • 2014

    • Inizia il progetto bAILando
  • 2015

    • Inserimento di una persona addetta all’accoglienza e all’orientamento in Oncologia
  • 2016

    • Arredo sala d’attesa reparto Oncologia
    • Realizzazione Nuovi Ambulatori Ematologici
  • 2016

    • Arredo sala d’attesa reparto Oncologia
    • Realizzazione Nuovi Ambulatori Ematologici
  • 2017

    • Apertura nuovo appartamento a Roncadelle dedicato all’accoglienza
    • Inizia il progetto “In Viaggio per Guarire”
  • 2018

    • Inaugurazione di Casa AIL Emilia Lucchini
    • Ampliamento Centro di Ricerca AIL
    • La sala d’aspetto di Ematologia ed Oncologia si trasforma in “Sala d’Affetto”

Organi e statuto

Consiglio di amministrazione

Composto da membri che operano su base volontaria, ha potere per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione. I membri del Consiglio menzionati qui di seguito sono stati nominati dall’Assemblea dei Soci dell’11 maggio 2019 e resteranno in carica per il triennio 2019-2022.

Presidente

Giuseppe Navoni

Vice Pres. Vicario
Francesca Bongiovanni

Vice Presidente

Giuseppe Rossi

Segretaria
Monica Baroni

Tesoriera
Annamaria Bertinelli

Consiglieri
Gloria Baronio, Paolo Chiappa, Michele Costa, Marco Fava, Franca Filippini, Laura Guiscardi, Dario Mio, Rossella Mometti, Alberto Papa, Denis Ruggeri, Ivana Zoli

Organo di Controllo
Nicola Albano

Collegio dei Probiviri
Fausto Coccoli, Adriana Lombardi, Fiorangela Moreni, Don Alfredo Savoldi, Domenico Zanotti

Assemblea dei soci

Composta da 112 Soci sostenitori e 30 Soci onorari. Per avere informazioni sulla modalità per diventare socio contattaci allo 030 3456057 tre le 8 e le 12.

Il nostro statuto

Clicca qui per consultarlo.

Staff

Segreteria

Annamaria Bertinelli (Tesoriera)
Cristina Moggia (Responsabile eventi e volontari)
Denise Vezzoli (Responsabile comunicazione e progetti)

Case AIL

Laura Oro  (Responsabile Case AIL)
Lorena Bruni (Case AIL)
Stefania Abrami (Case AIL)

Ospedale

Giuliana Ferpozzi (Responsabile accoglienza in Ematologia)
Viviana Malacarne (Infermiera di ricerca DH Ematologia)
Chiara Caobelli (Infermiera DH Ematologia)
Alessandra Beghin (Biologa)
Francesco Arena (Dietista)

Assistenza psicologica

Silvia Copeta (Psicologa)
Elsa Cavagna (Psicologa)
Maria Alberti (Psicologa)
Alessia Rosito (Formazione dei volontari)

Assistenza domiciliare

Chiara Bulgaro (Infermiera assistenza domiciliare)
Paola Lussardi (Infermiera assistenza domiciliare)