sAIL Camp

sAIL Camp: progetto di riabilitazione per pazienti onco-ematologici

SOSTIENI IL PROGETTO

sAIL Camp

sAIL Camp è il primo passo di un cammino che, partendo dall’ascolto di sé in un contesto in cui è possibile affrontare nuove sfide accompagna i Pazienti onco-ematologici ad una riscoperta personale e sociale. 

L’opportunità di vivere 3 giorni a contatto con la natura, facendo passeggiate, un corso di vela, laboratori psicologici e di formazione alimentare rappresenta uno strumento per ritrovare la fiducia e la speranza di uscire dal periodo buio che si sta vivendo. 

Le 10 persone che parteciperanno a questo progetto verranno accolte da un medico, un infermiere e una psicologa, che con loro instaureranno relazioni di fiducia e complicità.

Dalla condivisione del tempo trascorso insieme nascono, così, la sensazione di essere in famiglia, la sicurezza di non essere soli e riscoprire quanto siano forti le proprie risorse per affrontare la malattia.

All’interno di questa cornice terapeutica, più che in altri percorsi sanitari, riabilitazione significa recuperare il senso di controllo e padronanza sulla propria storia e sul proprio progetto di vita; significa tornare a stare al timone della propria esistenza.

Il trauma non è la fine, le cicatrici create dal dolore e dalla sofferenza possono diventare trame preziose grazie alla resilienza, uscendo arricchiti dalle avversità, continuando ad investire nel presente e nel futuro.

Non si tratta “semplicemente” di resistere ma di costruire un nuovo equilibrio scoprendo altre chiavi di lettura e una rinnovata forza interiore.

A chi si rivolge il sAIL Camp

  • Ai Pazienti dei reparti di Oncologia, Ematologia e Trapianto di Midollo Osseo.
  • All’Equipe Curante.

Gli obiettivi

Obiettivo principale del progetto è favorire un processo di riabilitazione dei Pazienti onco-ematologici per tornare a stare bene nella quotidianità, rinforzando il senso di padronanza, autonomia ed autoefficacia attraverso:

  • un’occasione di ricominciare a tornare alla normalità secondo il proprio ritmo e le proprie modalità
  • un contesto in cui entrare in relazione con sé stessi e con il proprio vissuto
  • un’opportunità di confrontarsi con gli altri
  • un momento di svago all’interno di una suggestiva cornice naturale

Il programma

Si partirà da Brescia per arrivare a Campione del Garda e scoprire questo piccolo angolo di Paradiso dove i Pazienti soggiorneranno per 3 giorni. Diverse saranno le attività delle quali saranno i protagonisti: dalla visione di un film con successiva discussione, momenti di formazione sulla giusta alimentazione nel periodo di cura, uscita in barca con corso di vela di un pomeriggio, passeggiata a contatto con la natura, riappropriazione del ritmo personale e tanto altro ancora.

Contiamo su di te

Il progetto beneficia solo in parte di un finanziamento della Regione Lombardia, per il 70% è gestito e finanziato da AIL Brescia.
Per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto, affinché i fondi raccolti vadano a colmare i costi di gestione e organizzazione del progetto rivolto al benessere fisico e psichico dei Pazienti onco-ematologici.